L'immagine pulita e verde della Nuova Zelanda nasconde una sporca verità. Inquinati da allevamenti intensivi, i suoi corsi d'acqua sono tra i più degradati al mondo. Il governo Ardern lo ripulirà o interverranno i Maori?

È una miscela tossica di acqua sporca e grandi affari. E sta mettendo a repentaglio l'immagine pulita e verde "pura al 100%" della Nuova Zelanda.

I paesaggi incontaminati e le viste mozzafiato della Nuova Zelanda l'hanno resa una calamita per turisti e registi cinematografici. Le sue esportazioni di prodotti lattiero-caseari hanno preso d'assalto il mondo.

Ma dietro questa storia di successo si cela una realtà sconvolgente. La Nuova Zelanda ha alcuni dei fiumi più inquinati del mondo sviluppato.

Gli scienziati danno la colpa alla "corsa all'oro bianco", la rapida espansione dell'industria lattiero-casearia di grande successo del paese, del valore di circa $ 15 miliardi all'anno.

La corrispondente Yaara Bou Melhem si reca nell'Isola del Sud della Nuova Zelanda per indagare su un problema che divide le comunità.

Trova fiumi contaminati da alti livelli di nitrati di azoto, deflussi da pratiche agricole intensive.

In alcuni casi, questo deflusso provoca fioriture algali tossiche che rappresentano un pericolo per persone e animali. Può rendere i fiumi non balneabili.

"Quando ci sono nutrienti e sedimenti in eccesso che entrano nel sistema, queste fioriture possono davvero decollare", afferma l'ecologo delle acque dolci e consigliere locale Lan Pham. "Semplicemente alimenta questa disconnessione con il fiume".

Il governo Ardern, che è stato rieletto con una valanga l'anno scorso, ha promesso di ripulire.

"Voglio che i nostri corsi d'acqua siano di nuovo balneabili", ha detto Ardern in vista delle elezioni dello scorso anno. "Stiamo mettendo in atto standard che... fermino il degrado".

Il governo ha introdotto limiti al livello di nitrati consentiti nell'acqua dolce, ma queste riforme non hanno soddisfatto nessuno. Gli ecologi avvertono di aver impostato il livello troppo alto e che questo potrebbe essere dannoso per la vita nei fiumi.

Molti agricoltori affermano che i livelli sono troppo bassi e distruggeranno l'industria lattiero-casearia.

"Avremo una dislocazione di migliaia e migliaia di persone", avverte John Sunckell, un produttore di latte dell'Isola del Sud.

“Vogliamo sbarazzarci dell'agricoltura? Diventa così schietto con i numeri.”

La tribù Maori più ricca della Nuova Zelanda è entrata in una situazione di stallo. Ngai Tahu, il cui territorio si estende su un'ampia fascia dell'Isola del Sud, ha presentato una storica richiesta di risarcimento sull'acqua dolce nelle sue terre tribali.

"C'è stato un fallimento del governo, c'è stato un fallimento del mercato e l'unico che ha una qualche credibilità su questo è il Maori", dice il principale attore del caso, il dottor Tau.

È una battaglia enorme su questa risorsa naturale preziosissima - l'acqua dolce - e non c'è fine in vista.

Informazioni sul corrispondente estero:
Corrispondente estero è il programma di affari pubblici internazionali in prima serata sull'emittente nazionale australiana, ABC-TV. Produciamo approfondimenti della durata di mezz'ora per la trasmissione attraverso i canali televisivi e le piattaforme digitali della ABC. Dal 1992, i nostri team hanno viaggiato in più di 170 paesi per riferire su guerre, calamità naturali e sconvolgimenti sociali e politici, attraverso gli occhi delle persone al centro di tutto.

I contributi possono essere rimossi se violano i Termini di utilizzo online di ABC http://www.abc.net.au/conditions.htm (Sezione 3). Questo è un canale YouTube ufficiale della Australian Broadcasting Corporation